Cantina Tollara nasce nel 2003, rilevata dalla famiglia Bolzoni che rileva i vecchi vigneti e inizia un periodo di studio delle piante e del territorio. La vendita, e quindi l’ingresso sul mercato, inizierà infatti soltanto nel 2008, con vini del territorio, come appunto è il Monterosso, ma anche idee innovative e coraggiose come il “Giorgione”: vino da invecchiamento prodotte con uva Bonarda surmatura. La produzione del vino tipico della Val d’Arda è comunque incastonato dalla nascita in questa realtà, come testimonia il vigneto apposito abbondantemente adulto, formato dalle quattro tipologie di vite utilizzabili per l’uvaggio. la versione scelta dalla cantina è quella spumantizzata, ottenuta tramite rifermentazione in autoclave, con metodo Charmat, a cui le uve sono particolarmente vocate. “La bolla, oltre a essere molto richiesta, veicola benissimo gli aromi” sostiene la proprietaria Mariolina Bolzoni, che ha voluto anche spiegare perchè punta molto su questo vino in particolare: “Si adatta bene alla gastronomia locale, all’ambiente e al territorio…e poi è un vino storico, è giusto tenere viva e recuperare la nostra tradizione, anche per differenziarsi e far conoscere di più la zona”.

La Tollara, tradizione e innovazione a braccetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *